Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

"Il viaggio della strega bambina" di Celia Rees

Autore: Celia Rees.

Titolo originale: Witch Child

Tre aggettivi: forte, ribelle, un racconto psicologico.


Perchè leggerlo? Perchè vi immerge nel paesaggio superstizioso e religioso del XVII° secolo.

Diario di una giovane donna che perde tutti gli affetti e si deve allontanare dall'inghilterra per fuggire dall'accusa di stregoneria che ha portato al patibolo anche sua nonna.
Mary riporta tutte le sue avventure nel diario, trascrivendole come annotazioni e le date non sono sempre certe.
Sbarcata nel Nuovo Mondo con una congrega di puritani, è costretta a sottostare alle severe regole del reverendo Jhonson, tutelata da Martha e dalla famiglia Rivers, con cui convive poi a Beulah.
La congrega di puritani per unirsi ai connazionali già partiti in precedenza sopporta un lunghissimo viaggio in nave e poi una traversata della foresta americana che dal porto di Salem li conduce alla brulla collina di Beulah, durante la quale sono guidati da due indigeni, Penna Azzurra, un giovane che per lungo tempo aveva vissuto tra i bianchi, e Aquila Bianca, uno sciamano con poteri di veggente.

Mary trascorrerà molto tempo nel bosco per raccogliere erbe curative e lì rivedrà Penna Azzurra, col quale passerà molto tempo, stando così lontana dal villaggio, preda delle malelingue e a poco a poco condannata dalle superstizioni d'oltre mare.

Mary lascia in sospeso la fine del suo diario, costretta a una fuga istantanea e tenendo il lettore sul filo del rasoio.

Ci spinge a leggere il seguito, di cui trovate sempre qui la recensione, il titolo è "Se fossi una strega".
Questo romanzo condanna i pregiudizi in una società fondata sulla religione e il timore di Dio, una società in cui la parola del predicatore è legge e la superstizione manda al rogo ogni stranezza.
Ve lo consiglio vivamente: è una storia fatta di sofferenza ma anche di orgoglio, l'orgoglio di chi non vuole essere calpestato e che vive con dignità.
Spero la penserete come me dopo la lettura.
A presto!

Visita Leggere Lib(e)ri

Su