Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

"Baol" di Stefano Benni

baol Autore: Stefano Benni

Tre aggettivi: ironico, spiritoso e geniale

Perché leggerlo? Perché abbiamo tutti bisogno di farci due risate, e non è facile trovare un romanzo così interessante e divertente, e scritto in modo tanto accattivante!

Da questo scrittore geniale, ironico e estroso ci si può aspettare qualsiasi cosa! 

Con le sue buffissime trovate affascina e diverte il lettore che si trova catapultato in un periodo buio e fantasioso in cui un Gerarca manipola i mezzi di comunicazione ed elimina tutti suoi avversari sottomettendo così non si sa quale popolo, forse perché Benni ci vuole comunicare che le cose non sono poi tanto cambiate e che è difficile che cambino in  futuro.

Il protagonista è un mago baol, l'allievo Bed, che ha studiato nel tempio baol e sta per scoprire il segreto della vita di ogni baol.

Un mago baol è un personaggio dotato di poteri non meglio specificati, capace di trasformare le pistole dei rapinatori in fiori di carta.

Bed era famoso per un trucchetto di magia: metteva un'oca sotto un telo nero e questa scompariva, ma il merito è dell'oca, Colette, era lei la brava. Poi è morta di un male al fegato, il che, come dice Bed, non è male per un'oca...

E' una tranquilla notte di regime.

Bed è seduto nel bar dove normalmente passa le sue serate quando incontra Mara May, un buffo personaggio che condurrà il protagonista a scoprire il suo segreto e a combattere le ingiustizie nell'immaginaria società di gerarchi, preti pazzi e clarette.

I personaggi buffi, ironici e sarcastici rendono la lettura veloce e divertente.

Il romanzo è breve e spiritoso, piacevolissimo  e non si vorrebbe mai essere interrotti perché il ritmo è incalzante e la trama travolgente.

 

visita: Leggere Lib(e)ri

Su