Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

"La Caduta dei Giganti" di Ken Follett

la-caduta-dei-giganti-copia-1.jpegAutore: Ken Follet

Titolo originale: Fall of giants

Tre aggettivi: irresistibile, storico intrigante

 

Non è facile riassumere questo romanzo.

Vorrei riuscire a trasmettervi tutte le sensazioni provate leggendo, perchè la trama è intricata e trascina il lettore.

Quanto c'è di vero in questo romanzo, che per molti aspetti è storico? Fa venir voglia di andare a rispolverare i libri di scuola per rileggere qualcosa sulla prima Guerra Mondiale o sulle suffragette.

I personaggi sono affascinanti e i loro intrighi ci appassionano, il periodo storico (dal 1911 fino alla fine della guerra) è molto interessante e gli intrecci tra le varie famiglie mi hanno tenuta sveglia notti intere, così in quattro giorni ho divorato questo romanzo e ora vorrei avere qui il seguito.

Non pensavo che potesse piacermi così tanto! Non più di "Mondo senza Fine" quantomeno, perchè il medioevo in cui Follet aveva ambientato il precedente meraviglioso romanzo, ritenevo fosse un'epoca molto più interessante, per certi versi fiabesca.

Le vicende della caduta dei giganti si snodano a partire dal 1911: un'epoca vicina che mi sembrava rendesse più scontata e prevedibile la storia perché abitudini ed usi ci sono più familiari e dunque credevo meno affascinante perchè meno sorprendente..

Dopo qualche riga ha cominciato a interessarmi per davvero e dopo tre pagine non volevo più staccarmi.

Sarà perchè scrive bene, perchè è poco descrittivo e i suoi personaggi sono dinamici, ma io mi sono innamorata di questa storia e mi sono pentita di non aver aspettato un po' a leggerlo, di non avere goduto ancora un po' dell'attesa che fa pregustare le cose belle che avverranno a breve.

Lo scenario cambia in un secondo: un attimo sei in Galles, tra gli aristocratici e l'attimo dopo sei in Russia, dove due poveri fratelli vogliono risparmiare per pagarsi un biglietto per l'America.

C'è il conte Fitzhebert, nella sua sfarzosa residenza con Bea, la principessa Russa che ha sposato, ed Ethel, ambiziosa serva nata da un'umile famiglia di Aberowen che pensa di valere di più degli abitanti della grigia cittadina, giovane e soprattutto affascinante governante di Ty Gwin (dimora del conte Fitzhebert). Il primo viene da un ambiente altolocato, l'altra da una casetta grigia data in affitto dai proprietari della miniera ai minatori. Non hanno niente in comune ma s'innamoreranno.

E se non bastasse una storia d'amore impossibile a farvi incuriosire e farvi venire voglia di leggere questo romanzo, sappiate che vi troverete tanti intrighi internazionali tra diplomatici doppiogiochisti e giornalisti anarchici che faranno la storia e nel leggerlo ce la metterete tutta per districare le matasse.

      Intervista rilasciata il 7 novembre in "Che tempo che fa" a Fabio Fazio

 

Visita Leggere Lib(e)ri

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Su