Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

"La lunga vita di Marianna Ucrìa" di Dacia Maraini

 

1128-la-lunga-vita-di-marianna[1] Autore: Dacia Maraini

 

Tre aggettivi : commovente, storico, crudo.

 

Perché leggerlo: per capire qualcosa di più dell'emancipazione femminile.

 

Marianna è ancora una bambina quando viene portata a vedere un'impiccagione.

Il signor padre spera che con uno shock la sordomuta ricominci a sentire e a parlare.

Una mutola, si sa, non può nel '700 avere un posto in una società di nobili che badano solo allo sfarzo e alle apparenze.

Nessuno vuole in sposa una mutola, quindi, visto che per entrare in monastero ci vuole la dote, Marianna viene data a uno zio che non chiede nulla alla famiglia perché è un ricco duca.

Il signor marito zio Pietro è accondiscendente e cupo e le permette di fare tutto quello che vuole purché non sconvolga troppo i suoi piani e non vada contro i suoi principi di educazione dei figli.

Marianna vivrà costretta in un matrimonio senza amore, poco considerata dai figli e dalle figlie che se ne andranno tutti in tenera età, con i pensieri altrui a farle compagnia e solo a quarant'anni vedrà nascere in sè l'amore per Saro, un servo, con il quale avrà una breve relazione.

Marianna è vedova e innamorata ma decide di non risposarsi, anche quando si presenta al suo cospetto un pretendente appetibile, un ricco pretore che però secondo i figli è solo interessato ad acquisire il titolo di nobile.

Marianna vuole essere libera e decide di intraprendere un viaggio in compagnia della sua serva, che la abbandonerà per poi sposare un oste.

Marianna prosegue da sola, un' anziana duchessa in viaggio, che ha compreso da che cosa è dipeso il suo handicap, perno di tutto il romanzo per esaltare le percezioni di Marianna.

Il romanzo di Dacia Maraini è di tipo storico o formativo, è un viaggio all'interno dei sentimenti di una donna diversa, in alcuni casi emarginata dalla società.

In alcuni punti è un pò crudo ma interessante da leggere e fa in modo che il lettore s'immedesimi nella protagonista.

Bellissimo...Per lettori adolescenti.

Visita Leggere Lib(e)ri

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Su